Bonus Verde: a chi spetta e come funziona

Il Bonus Verde 2020 per giardini, terrazzi e balconi è la nuova detrazione fiscale introdotta con la nuova Legge di Bilancio 2020.

Consiste in una detrazione per chi sostiene spese per la sistemazione del verde di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere, per cui terrazzi, giardini, balconi, anche condominiali.

A partire dal 1° gennaio 2020, pertanto, tutti i cittadini che sosterranno spese di sistemazione del verde e di recupero del verde storico potranno beneficiare di una detrazione fiscale pari al 36%.

L’importo della detrazione totale spettante, per essere scaricata dalla tasse, deve essere divisa in 10 quote annuali di pari importo e le spese sostenute devono essere pagate tramite il cosiddetto bonifico parlante.

Sulla base delle ultime novità, il bonus verde non è alla persona ma è sulla casa: pertanto, se si hanno due immobili sui quali far eseguire interventi agevolabili con il nuovo bonus, è possibile sommare le due detrazioni, arrivando così per ciascuna casa a detrarre il 36% di 5.000 euro.

Cosa comprende il Bonus Verde 2020?

Il nuovo Bonus Verde 2020 spetta a privati e condomini che sostengono spese per:

  • sistemazione del verde: giardini, terrazzi, balconi anche condominiali;
  • recupero del verde di giardini di interesse storico.
  • fornitura di piante o arbusti;
  • riqualificazione di prati;
  • lavori e interventi per la trasformazione di un’area incolta in aiuole e piccoli prati, manca ancora la conferma ufficiale;
  • spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

Tali interventi, secondo le stime del governo, riguarderanno soprattutto ville, villini e palazzi di pregio ma anche normali condomini.